Il programma settimanale è l'uovo di Colombo

Tutti i film che dovrebbero esserci, anzi ci saranno sicuramente. O forse no!

Nonostante tutto, continuano ad uscire a ritmo incalzante una serie di pellicole di grande interesse. E nonostante tutto, Cinemazero cerca di essere sempre attento e pronto a proporre il meglio dell'offerta. A febbraio infatti gli schermi dovrebbero illuminarsi con Joyeux Noel del francese Christian Carion, una favola antimilitarista e umoristica ispirata a un episodio realmente accaduto della Prima Guerra Mondiale. Per gli esegeti di Lars Von Trier dovrebbe esserci poi il secondo capitolo della sua personalissima storia degli Stati Uniti, quel Manderlay presentato lo scorso anno a Cannes con grandi polemiche e meritato successo. Sempre da Cannes 2005 dovrbbe arrivare la Palma d'Oro per la miglior interpretazione maschile: Tommy Lee Jones anche regista di Le tre sepolture - The Three Burials of Melquiades Estrada ovvero la fuga dalla morte verso la vita, in un viaggio intensissimo di sofferenza e di remissione che è anche un viaggio nel cinema western crepuscolare e senza eroi. Altro bellissimo film, blasonato dall'Orso d'Oro al FilmFestSpiele di Berlino 2005, U-Carmen di Mark Dornford-May, una intrigante Carmen girata in Sud Africa, cantata e recitata in lingua xhosa. A febbraio dovrebbe poi esserci Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright dal capolavoro di Jane Austen e dovrebbe esserci anche Jarhead di Sam Mendes, un film di guerra che parla di una non guerra con l'attore Jake Gyllenhaal reduce dal planetario successo di Brokeback Mountain. Non dovrebbe mancare nemmeno Capote di Bennett Miller con Philip Seymour Hoffman che impersona, con una inquietante somiglianza il grande scrittore americano Truman Capote. Un film premiato con il Golden Globe e in odore di candidature a diversi Oscar. Sul fronte del cinema italiano, dopo il repentino rinvio ad aprile dell'ultimo film di Marco Bellocchio, dovrebbe essere il turno di La terra di Sergio Rubini con lo stesso Rubini, Fabrizio Bentivoglio e Claudia Gerini. Dovrebbero poi esserci anche altri film, interessanti, intriganti, divertenti come Prime di Ben Younger con la strepitosa coppia formata da Uma Thurman e Meryl Streep, e La contessa bianca di James Ivory con Ralph Fiennes, Natasha Richardson e Vanessa Redgrave e tanto altro ancora. Ci saranno sicuramente,anzi, dovrebbero esserci, ma il condizionale è d'obbligo. Nel momento in cui andiamo in stampa, oggi 20 gennaio 2006, il mercato cinematografico non sa ancora precisare con quante copie uscirà il 3 febbraio con Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright, meno che mai sa precisare la situazione di Jarhead di Sam Mendes e così via. Deciderà tutto all’ultimo momento, se uscire con 100 copie o con 400. Se uscire alla data preannunciata o rinviare di una, due settimane. E noi cocciutamente ad ipotizzare calendari costantemente smentiti dai fatti. Con continui cambi di programma che infastidiscono tutti (il pubblico ma anche noi per primi) e creano aspettative frustrate. Ora tentiamo di porre un freno a questo caos: stabiliti quali sono i film del mese sui quali si punta la nostra attenzione, concorderemo con la distribuzione ogni settimana l’esatto calendario delle proiezioni. Ogni giovedì sarà così disponibile al cinema, presso la Mediateca e in vari punti della città il programma settimanale dal venerdì al giovedì successivo oltre ad essere consultabile, in maniera aggiornata, presso il nostro sito web. Potenzieremo anche la comunicazione tramite mail per un costante aggiornamento. Ci sembra questa la via più pratica ed efficace per dare una informazione attendibile e certa. Forse abbiamo trovato l’uovo di Colombo? (Andrea Crozzoli)

www.cinemazero.it